domenica 30 marzo 2014

L'incontro con Isolda, Cincia&Allegra :)



..... "L’umana/mamma trascorreva tutte le mattine in una scuderia di cavalli da corsa a lavorare. In questa scuderia c’erano diversi cavalli che venivano allenati per le corse, alcuni puledri in doma e ……libere nel parco della scuderia due asinelle, mamma e figlia, una haflinger o avelignese e tre mini pony, mamma, papà e figlioletta appena nata…

Dopo qualche giorno il suo arrivo in scuderia, l’umana aveva legato con quello strano gruppetto che vagava in cerca di cibo per i prati ed i boschi che circondavano la struttura dove erano stabulati i cavalli da corsa. Erano tutti dei veri monelli con delle facce buffissime.. e avevano una tale fame che se si dimenticava la porta della scuderia aperta, entravano nella sala mangimi e facevano razzia di tutto ciò che trovavano.. per poi fuggire via con la faccia di chi è stato beccato, appena arrivava qualcuno… Allora l’umana decise che era il caso di portare cibo anche per loro e, nell’arco di qualche giorno di pancia piena, il gruppo diventò la sua ombra, rigorosamente in fila indiana, ovunque lei andasse…magari si fosse scordata un po’ di cibo nelle tasche della giacca o dei pantaloni.
Ogni mattina in scuderia appena il gruppo si accorgeva del suo arrivo, si presentava al suo cospetto a tutta velocità, ovunque fosse, all’urlo di “FORZA SI MANGIA” ! A volte galoppavano talmente forte giù dai boschi che l’umana chiudeva gli occhi per non guardare per il timore che inciampassero da qualche parte e finissero la corsa rotolando tutti quanti davanti al piazzale. Altre volte invece l’aspettavano già al cancello di entrata e mentre i pony nitrivano insieme all’haflinger, le due asinelle incominciavano un rumoroso raglio che si poteva sentire anche in lontananza… 
Tutto ciò non poteva che allietare le giornate dell’umana che.....







continua ...... brano tratto da :AMORE INCONDIZIONATO di Sonia Lupano